Teresa Satta


Born in Varese, Italy, in 1993.


Home
bio
biblio
contacts







Allegretto, non troppo veloce
Allegretto, slightly fast, fairily quick

2017

documentary film
21 min


Rhythm.Three young grandchildren travel together to seek traces of aging inside the lives of each of their grandparents, that deliver individually different narrations about aging tempos.
Does aging has a universal language?
How many borders appear before the absolute border?
We find ourselves in the center of our exploration staring over what we think is more than temples of flesh, falling skin and deep wrinkles, that are the bodies of our grandparents.
We look at time passing. We look at the human as an entity, as a body, as a palimpsest – a living clock per se - focusing on its final acts where slowness dives in, possibilities diminish, the actions become fewer, more isolated and more intense.
Tre giovani nipoti viaggiano insieme per cercare i segni della vecchiaia nella quotidianità di ciascuno dei loro nonni - che “recitano” individualmente, narrazioni differenti sullo scorrere inesorabile del tempo.
Ha l’età un linguaggio universale?
Quanti confini ci si presentano prima di arrivare al confine assoluto?
Guardiamo al tempo che passa, cercando nel profondo di quelli che crediamo essere più di semplici templi di carne, fatti di pelle cadente e rughe profonde - che sono i corpi dei nostri nonni.
Guardiamo all’umano come a un’entità, un corpo, un palinsesto - un orologio vivente - concentrandoci nel suo atto finale in cui irrompe la lentezza, le possibilità diminuiscono e i gesti diventano meno, più isolati e intensi.